La nascita di un'opera



Ogni opera nasce dalla mano dell' artista, il quale ha prima discusso con il committente il messaggio che la scultura deve esprimere.
Si effettuano schizzi e disegni e quando si trova la forma adatta si inizia a trasmettere la forma su un piccolo modellino in scala, normalmente eseguito in plastilina.
Questo modellino può ancora essere modificato a piacere e si possono effettuare le ultime grandi modifiche.

Lo scultore a questo punto può iniziare ad assemblare il legname. In genere si usano legnami tagliati a tavole di spessore che va dai sei ai dodici centimetri. Il legname viene stagionato all' aperto per un periodo che varia a secondo dello spessore della tavola o del tronco. Si usano legni pregiati come il tiglio, il cirmolo, il castagno ed il noce.
Le tavole o mezzi tronchi vengono unite con colle sintetiche moderne resistenti nel tempo.

Ora lo scultore può iniziare a sagomare l' opera. Inizia delle forme più grandi che taglia con l' ascia o con la motosega. Man mano che il tronco prende forma l' artista si avvale di scalpelli più piccoli e fini. La lunga esperienza e formazione artistica contribuiscono al riuscire dell' opera.

Quando l' opera è sgrossata, l' esperto della Camera di Commercio di Bolzano controlla che sia stata eseguita interamente a mano. Emette un verbale e munisce l'opera del marchio di garanzia. La Camera Di Commercio di Bolzano certifica che solo opere con questo marchio accompagnato dal certificato sono state lavorate per intero a mano. Tutte le opere di Mussner G. Vincenzo vengono perciò munite di questo marchio.


Solo a questo punto si può elaborare le finezze della scultura e vengono fatti gli ultimi ritocchi. A seconda della finitura certe opere vengono anche lavorate con la raspa ed infine con la carta vetrata.
L' opera che rimane con il legno in vista al naturale viene protetta con un sottile strato di cera. In genere però, la scultura finita passa al pittore o al doratore che le danno, usando tecniche antichissime, i colori richiesti. La pittura può essere effettuata con colori ad olio o solo ombreggiando il legno con leggere tonalità.
Per la doratura usiamo sempre oro a foglia sottilissimo. Con la famosa coda di scoiattolo si applicano lo foglie d' oro sulle parti da dorare prima trattate con liquidi speciali.